img_1497L’Omeopatia costituisce un valido strumento per realizzare SALUTOGENESI.

Oggi sappiamo che l’attuale sistema salute – prevalente nel mondo occidentale – rischia di generare principalmente malati cronici, avendo difficoltà nel realizzare realmente salute.

In medicina omeopatica, invece, la salutogenesi è al centro dell’opera clinico-terapeutica quale conseguenza di un sapere medico costantemente visto e attuato come scienza della complessità.

Solo la comprensione approfondita di realtà biologicamente complesse (persona umana) può condurre, infatti, alla valorizzazione di principi che generino e realizzino concretamente salute in modo dinamico e perdurante nel tempo.

Il concetto di salute in Omeopatia è sostanzialmente innestato nel continuo richiamo alle potenzialità (biologiche) e finalità (teleologiche) più alte della persona umana.

La medicina omeopatica si basa su dati concreti ottenuti nell’indagine fisiopatologica della biologia umana, studiata attraverso la sperimentazione farmacologica su uomo sano di sostanze ultradiluite e dinamizzate.

img_1498

Da questa mole enorme di dati sperimentali, e quindi logici e correlati fra di loro, deriva la vasta potenzialità clinico-terapeutica con la quale il medico hahnemanniano si accosta alla patologia umana e soprattutto alla sua organizzazione eziopatologica.

La salutogenesi non è, quindi, riducibile ad una sola umanizzazione delle cure, o al rispetto della dignità umana, o al benessere soggettivo, o all’attenzione al contesto socio-culturale del malato o alla corretta alimentazione, ecc.

Una Salutogenesi propriamente detta deve corrispondere ai principi costitutivi e organizzativi della biologia umana e interagire con loro. Deve cioè essere legata ai processi fisiologici attraverso i quali ogni singola persona unica e irripetibile funziona e interagisce in termini biologici con i fatti della vita, orientando la sua individualità e suscettibilità unitaria verso la salute oppure verso la malattia.

La Salutogenesi in Omeopatia ha alla base il riconoscere la complessa origine della matrice organismica individuale nella sua formazione ed evoluzione ereditaria, familiare, epigenetica, igienica, ecologica e culturale e deve valorizzare quegli strumenti terapeutici che abbiano la capacità di incidere in modo unitario sui processi sinergici e finalistici della biologia individuale per modificarla e orientarla così da concorrere a realizzare strutturalmente la salute.

La salutogenesi e quindi anche la prevenzione che la medicina Istituto SIMOH omeopatica può attuare sia nell’età adulta che nella senescenza, va estesa necessariamente anche alla cura del bambino dal concepimento alla nascita, attraverso una corretta ortogenesi omeopatica evolutiva.

Equipe Medica SIMOH