AGRO OMEOPATIA LUCIETTA BETTIBologna 28-29-30 Settembre 2018
Introduce il Seminario la Prof.ssa Lucietta Betti dell’Università di Bologna.

Attività svolta con il Patrocinio della SIMOH Scuola Italiana di Medicina Omeopatica Hahnemanniana

AL DI LÀ DELL’EFFETTO PLACEBO. L’Omeopatia applicata alle piante.
In collaborazione con la “Scuola di Medicina Integrata di Palermo”, “L’Accademia Omeopatica Palermitana” e “Bioagricoop Scrl”, è stato organizzato un corso di Omeopatia applicata alle colture agrarie (agro-omeopatia) con approccio agro-ecologico.

Il corso avrà la durata di 3 giorni (8 ore di lezione al giorno) e si svolgerà ad Argelato Prov. Bologna, presso l’agriturismo “Podere Santa Croce, Via Bonaccorsi 17 – 40050 Argelato – Bologna nei giorni 28/29/30 Settembre 2018.

Per chi volesse pernottare, o per qualsiasi altra esigenza relativa al vitto e all’alloggio può contattare direttamente la reception dell’agriturismo cliccando QUI

[N.B. Il corso sarà ripetuto anche a Baucina – prov di Palermo presso l’agriturismo “Case Varisco” nei giorni 5, 6 e 7 Ottobre 2018]

Relatore principale del Corso sarà il prof. Radko Tichavsky, attualmente uno dei più prestigiosi docenti di omeopatia applicata ai vegetali, nonchè autore di due libri sulla materia, più uno in stampa e avrà un taglio teorico-pratico.

Radko Tichavsky insegnerà ad analizzare l’agro-ecosistema secondo una visione integrata o vivente e proporrà per la prima volta un metodo per individuare il farmaco omeopatico (simillimum) utile a risolvere le fitopatie delle colture presenti nelle aziende dei partecipanti al corso.

Con il Patrocinio Istituto Omeopatico SIMOH

Con il Patrocinio Istituto Omeopatico SIMOH

Il corso è aperto a chiunque, agronomi, agricoltori biodinamici, semplici appassionati di agricoltura naturale, permacoltura, agricoltura rigenerativa, è altresì consigliato a medici e farmacisti omeopati, oltre che a chiunque voglia imparare ad analizzare la propria azienda o il proprio orto da un punto di vista sistemico o agro-ecologico.

Il corso verrà tenuto solo al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti ed avrà un costo pari a 200 euroSe le condizioni climatiche lo permetteranno verranno fatte escursioni in campo.

Per chi fosse interessato, è estremamente importante indicare la partecipazione al corso nella pagina dell’evento. Ricordiamo però che l’iscrizione al corso diventerà effettiva al versamento di un anticipo di 50 euro a titolo di caparra confirmatoria.

A conferma di una eventuale partecipazione, è necessario un versamento a titolo di anticipo/prenotazione sul seguente numero di carta:

N. carta postepay 4023600911141630
Intestata a Francesco Di Lorenzo (responsabile della sezioni di agro-omeopatia)
CF: DLR FNC 73C09 G348F

Al versamento dell’anticipo gli orgamizzatori chiedono di inviare comunicazione alla mail sotto riportata indicando l’avvenuto versamento e i vostri dati anagrafici. Verrete contattati tramite mail e la vostra prenotazione alla partecipazione dell’evento diventerà effettiva.

Per ulteriori informazioni, chiarimenti, comunicazioni etc. si prega di scrivere messaggio nella pagina dell’evento, oppure scrivere a:
francescodilorenzo@hotmail.com – agroomeopatia@libero.it
Verrete contattati nel più breve tempo possibile.

PROGRAMMA DEL CORSO

Primo Giorno
1. Definizione di Olone
2. Caratteristiche dell’Olone, grado di frammentazione e grado di vitalità;
3. Il linguaggio biochimico e energetico dell’Olone;
4. Riconoscere le risorse di un Olone;
5. Microbiologia del suolo, la distribuzione dei nutrienti, acqua e aria nell’Olone;
6. Analisi di microvoltimetría nelle piante e nel suolo;
7. Analisi sensoriale del suolo e delle piante;
8. L’osservatore scientifico come parte dell’Olone;
9. Interazione metabolica delle piante nell’Olone;
10. L’interazione dei microrganismi nell’Olone;
11. Interazione-insetti-batteri funghi;
12. Epigenetica e plasticità dell’Olone;
13. Ciclo Microenzimatico di Bechamp;
14. Visita sul campo;

Secondo Giorno
1. I precursori dell’omeopatia (Ippocrate, Galeno e Paracelso);
2. Samuel Hahnemann, fondatore dell’omeopatia;
3. Eugen e Lili Kolisko e il loro contributo alla agro-omeopatia;
4. Tecnica di laboratorio per la preparazione dei rimedi omeopatici;
5. Preparazione di tinture madri e dinamizzazioni;
6. Preparazione e uso dei preparati omeopatici su larga scala;
7. Analisi metabolica della pianta oggetto di intervento ed individuazione dei relativi rimedi omeopatici;
8. Repertorizzazione di un caso, selezione dei rimedi: dosi, frequenza e potenza;
9. Adiuvanti;
10. Gestione delle carenze nutrizionali e possibili drenaggi da fitofarmaci;
11. La gestione dei parassiti e delle fitopatie, la loro origine e il ruolo dell’Holone;
12. Agro-omeopatia versus Olo-omeopatia;
13. Dinamica, laboratorio e lavoro sul campo;

Terzo giorno
1. Biotipologia/costituzione delle piante e delle sementi;
2. I livelli di patogeni nelle piante;
3. Vie metaboliche, precursori metabolici;
4. Metaboliti secondari e elicitori come precursori di risposta difensiva nelle piante;
5. Funzionamento delle emergenze ambientali nell’Holone;
6. Criteri di bioenergetica nelle piante;
7. Dinamica, laboratorio e lavoro sul campo.

Nota Bene: Gli organizzatori segnalano che il programma potrebbe subire modifiche in funzione dell’indirizzo colturale delle aziende dei partecipanti.