Recensione

Il volume affronta una tematica di grande attualità: il rapporto tra “musica” e “demenza”; la musica come strumento privilegiato per tenere viva la plasticità cerebrale e per riattivare aspetti specifici dell’attività mentale. Risultato di un progetto che ha visto riuniti sinergicamente soggetti diversi, il testo racconta un’esperienza di musicoterapia condotta presso i Centri Diurni Alzheimer dell’Azienda ULS n. 2 di Perugia, dando voce a coloro che, a causa della malattia, hanno difficoltà a comunicare verbalmente e a farsi ascoltare dagli altri. La Valutazione Neuropsicologica dei malati a cura dell’Istituto di Gerontologia e Geriatria dell’Università degli Studi di Perugia conferisce al testo spessore e profondità.

clicca qui per saperne di più

 

Tagged with →